Come Realizzare un Semenzaio

Uno degi hobby che preferisco è la piccola agricoltura, ossia quel tipo di attività agricola che si può svolgere pur senza possedere appezzamenti e fondi. Basta un po’ di organizzazione, un balcone capiente e, se possibile, un orticello anche minimo. Vediamo adesso come realizzare un semenzaio, elemento indispensabile per coltivare verdura.

La prima operazione è un lavoro di piccola falegnameria: consiste nel fabbricare una cassetta in legno, i cui bordi non siano inferiori a 15 centimetri di altezza. Dopo averla costruita (o perché no trovata già bell’e pronta) devi verniciarla con uno smalto resistente all’acqua. Con nastro adesivo plastificato devi sigillare ogni eventuale fessura e devi stendere tra i fianchi e il fondo un foglio di plastica (commercializzato nelle ferramenta) ben fissato.

Fatto questo, devi realizzare il drenaggio, ponendo nella cassa strati di ghiaia via via più piccola, fino a riempire un terzo circa della capienza in altezza. Devi poi riempire la cassetta con terra da coltivazione concimata da te, mescolando al terriccio dei residui vegetali della tavola (in un secchio a parte) rimescolando per circa 20 giorni. Otterrai così dell’ottimo compost, che metterai nella cassa sopra la ghiaia. Il fatto di usare terra concimata eviterà che questa secchi e tenda a spaccarsi.

A questo punto puoi cominciare a seminare le verdure, comprando le sementi al supermercato o facendotele dare da qualcuno. Mescola i semi a sabbia asciutta (formerà un velo di copertura) ponendoli sopra la terra e bagna bene il tutto facendo in modo che l’acqua non scopra i semi. Poni la cassa dietro un vetro in modo che assorba molto calore, e innaffia con regolarità. A piantine spuntate, devi diradarle se troppo fitte, e trapiantarle in un terreno predisposto per la semina, o in vasi. Evita se puoi di esporre troppo al sole le piantine neo-trapiantate.

Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required