Come Aiutare l’Ambiente in Casa

Purtroppo la nostra società ci ha reso abbastanza pigri e viziati… per questo risulta molto difficile per la maggior parte delle persone impegnarsi anche in piccoli gesti quotidiani in quanto questi modificano le proprie abitudini…nonostante ciò vale sempre la pena ricordare alcune cose che recano vantaggi all’ambiente.

Per aiutare l’ambiente possiamo fare diverse scelte: alcune più importanti e anche a volte costose, che spesso però offrono vantaggi su cui probabilmente non vi siete mai fermati a riflettere; altre molto più banali e quotidiane ma che influiscono con la stessa importanza al benessere globale.

Iniziamo col parlare dell’energia. la produzione energetica ed il riscaldamento delle case sono i peggiori nemici dell’ambiente…per quanto riguarda alcune scelte impegnative, si può: decidere di produrre energia attraverso impianti fotovoltaici o minieolici (ciò dà il vantaggio di non dover pagare la bolletta della luce nonchè di avere diverse offerte relative a vendita di energia o finanziamenti… anche se è un passo importante ovviamente). Scegliere di riscaldarsi utilizzando stufe o caldaie a pellet o sansa e isolando muri e finestre (riducendo le spese rispetto ad un normale impianto di riscaldamento).

I rifiuti, a mio parere sono al secondo posto per importanza. Per diminuire i danni all’ambiente in questo caso non c’è bisogno di un grande dispendio di energia o costi ma semplicemente di alcuni piccoli accorgimenti. Si può: informarsi attentamente su come funziona la raccolta differenziata, lo smaltimento dei rifiuti speciali e quello dei rifiuti ingombranti; dividere il cassonetto in diversi scomparti per carta, plastica, umido ed indifferenziato per eseguire con più facilità la raccolta, oltre a svolgere, magari a parte, la raccolta del vetro.

Per finire vari accorgimenti sono: fare attenzione quando si va in un ambiente naturale (mare, parco, bosco, pineta…) a non lasciare rifiuti in giro, a non inquinare… regolare l’utilizzo dei propri mezzi di trasporto, se si ha un giardino e non si dispone di fogna si può pensare di realizzare un piccolo impianto di smaltimento delle acque nere grazie all’utilizzo di piante depuranti come le canne.

Volevo concludere dicendo che so benissimo che è difficile cambiare le nostre abitudini ma l’ambiente risente di ciò che facciamo e non può accumulare all’infinito. Non ci costa niente utilizzare un po’ la testa e fare qualche sacrificio per evitare un giorno di andare a sbattere contro ai danni che avremo provocato noi stessi.

Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required